Sempre meno feste ed eventi di quartiere: i commercianti protestano

Quando i consumi diminuiscono e i clienti sono sempre sempre meno, i piccoli commercianti vivono anche di feste di quartiere, mercatini e eventi di vario genere che attirano la gente. La politica della Giunta comunale sembra però orientata nella direzione di ridurre sempre di più questo tipo di eventi e le proteste non mancano.

Oggetto della protesta è la costante riduzione di iniziative che coinvolgono la piazza, sempre meno al centro degli itinerari turistico-commerciali.
Il presidente dei commercianti di via Cesare Battisti, Giuseppe Sciacanna, descrive così la situazione: “Noi chiediamo che la piazza torni a essere un luogo centrale della città anche attraverso piccoli eventi che permettono a tutti noi di lavorare. Per esempio fino a poco tempo fa nella terza domenica del mese c’era sempre il mercatino biologico, ora per motivazioni sconosciute è stato eliminato“.

Il progetto di storie di quartiere è proprio quello di dare voce a tutte le attività sul territorio, convinti che sia giunto il momento che a ri-prendere in mano il quartiere siano i suoi cittadini, quelli che da sempre lavorano e vivono sul posto.

Solo aggregandoci, tornando ad essere un’unione, possiamo creare una nuova forza che ostacoli il processo di massificazione che vuole far chiudere le piccole realtà per propinarci unicamente la grande distribuzione dei colossi. Tutto ciò, lo constatiamo giorno dopo giorno, oltre a togliere il lavoro alla gente del posto, ha portato scarsa qualità dei servizi offerti. E quando il costo non è abbinato alla qualità, non è vero risparmio! E’ stato annullato il rapporto umano fra l’utente e chi offre il servizio: ma noi siamo uomini e donne, ognuno con la propria personalità, i propri bisogni, i propri gusti. Siamo stati costretti ad un tipo di vita che non è più “a misura d’uomo” e a farne le spese sono soprattutto le persone anziane.

E allora facciamo sentire la nostra voce. Offriamo i nostri servizi uniti, per diventare un coro.

storie di quartiere è aperto a tutti i cittadini. Con una piccola quota di partecipazione di € 40 annuali, le attivià sul posto possono avere una vetrina che raggiunge tutti i potenziali clienti e offre loro un contatto diretto e continuo. Commercianti, artigiani e associazioni possono così  promuovere iniziative, esporre i propri servizi e prodotti, comunicare direttamente con i propri utenti.

Lo spazio NEWS è la piazza dove ritrovarci per promuovere iniziative, discutere delle varie problematiche che ci riguardano: ambiente, lavoro, scuola, cronaca…

RIPRENDIAMOCI IL NOSTRO QUARTIERE !!!

 

avatar

Informazioni marialberti

Graphic designer – libero professionista. Comunicazione d’immagine per aziende, professionisti, artisti e privati

Contenuti correlati:

  1. Nuovo Responsabile

Lascia un commento